Search Our Site

Il Training Autogeno, metodo introdotto dal neurologo J. H. Schultz nel 1932, è una tecnica di rilassamento psicofisiologica e di “cambiamento”, quindi quanto di più utile per riuscire a produrre modificazioni in chi lo pratica, a livello fisiologico e psichico.

È una delle principali tecniche utilizzate dagli sportivi di alto livello per ridurre la tensione e migliorare concentrazione e relative prestazioni. E’ inoltre tra le più diffuse tecniche che viene insegnata nei corsi per la gestione dello stress (es. per i manager e i dirigenti d’azienda e di struttura) e parte della tecnica è utilizzata da decenni anche nei corsi di preparazione al parto.

 

A cosa serve?

Il rilassamento è solo il primo gradino di un percorso che può condurre al miglioramento del proprio rendimento in tutte le attività: il training aiuta a sciogliere le tensioni e ad eliminare molte disfunzioni psichiche e comportamentali. Si parte da modificazioni muscolari per ottenere una trasformazione della sfera psichica e vegetativa.

TRAINING significa addestramento, AUTOGENO, vuol dire che si genera da sé: ciò che si genera è la così detta commutazione autogena, un cambiamento psicofisico globale che produce modificazioni fisiologiche e psichiche.

 

I benefici sono:

  • Riposo
  • Autodistensione
  • Autoregolazione di funzioni corporee
  • Miglioramento prestazioni
  • Riduzione del dolore
  • Miglior conoscenza di sè

 

Si tratta dunque di una tecnica che agisce su tre livelli parallelamente:

  • fisiologico, favorendo l’equilibrio del Sistema Nervoso Autonomo e del sistema endocrino
  • fisico, migliorando lo stato di benessere e salute
  • psicologico, alleviando la mente da pensieri negativi e angoscianti e stimolando la concentrazione

 

Come funziona?

Una seduta iniziale , focalizzata sulla valutazione delle aspettative della persona e sulla chiarificazione di meccanismi, scopo e finalità del metodo.
Successivamente da 6 a 8 sedute a frequenza inizialmente settimanale e successivamente ogni 15 giorni. In tali sedute vengono insegnati, praticandoli, gli esercizi del Training Autogeno. Gli esercizi fondamentali del T.A. sono 6 (chiamati convenzionalmente Pesantezza, Calore, Respiro, Cuore, Plesso solare, Fronte fresca).
Una seduta finale, in cui fare un bilancio complessivo del percorso di apprendimento, dei benefici ricevuti rispetto alla situazione iniziale, delle indicazioni future di utilizzo della tecnica.

 

Per chi è indicato il TA?

    • Gestione e prevenzione dello stress (in particolare nelle aziende, per manager, dirigenti con forti cariche di responsabilità, professioni emotivamente usuranti per alti livelli di stress cui si è sottoposti, persone che per motivi diversi hanno ritmi di vita molto accelerati e stressanti).
    • Tutti gli stati di ansia (soprattutto ansia da prestazione), panico, tensione.
    • Disturbi psicosomatici e somatizzazioni (gastriti, coliti, cefalee, dermatiti, dolori alla colonna vertebrale e a muscoli o articolazioni, stanchezza diffusa).
    • Disturbi ipocondriaci.
    • Insonnia (difficoltà d’addormentamento, risvegli notturni).
    • Disturbi della sfera sessuale (calo del desiderio, impotenza, anorgasmia, ansia da prestazione).

 

È importante sottolineare che il TA non è un percorso psicologico ma una tecnica di rilassamento psicofisiologica.

Iscriviti alla Newsletter

Dove Ricevo

Questi sono gli indirizzi in cui ricevo
L'alveare Via Fontechiari, 35
00172 - Roma
Zona Centocelle
347 057 65 66
Studio Privato Via Tarcento, 60
00177 - Roma
Zona Collatina
Contattami
 

Fissa un Appuntamento